Parma-Palermo 1-0, il Commento

By
Updated: Aprile 26, 2015

Il più classico dei “gol dell’ex” costa caro alla squadra di Iachini. Il Palermo fallisce la terza vittoria consecutiva e viene sconfitto per 1-0 a Parma, decisivo il rigore realizzato al 23′ del primo tempo da Antonio Nocerino. I rosanero hanno avuto numerose occasioni per pareggiare i conti, soprattutto nel finale del primo tempo, ma non sono riusciti a superare Mirante.

Iachini non modifica il modulo ma decide di effettuare alcuni cambi negli uomini del suo 3-5-2. Ujkani difende i pali della porta rosanero, Maresca dirige il gioco in cabina di regia, Bolzoni lo affianca nella posizione di mezz’ala destra. In avanti, invece, il solito tandem Vazquez-Dybala. Diversi cambi rispetto alla formazione annunciata per Donadoni, che schiera i padroni di casa con un modulo speculare. Mendes occupa il ruolo di centrale destro al posto dell’annunciato Cassani, Jorquera ha il compito di avviare le azioni a centrocampo mentre in attacco Ghezzal viene preferito a Belfodil.

In avvio il ritmo non è altissimo. Contrariamente alle ultime sfide, il Palermo non parte a razzo. I rosanero non riescono a costruire manovre apprezzabili in avanti, mentre gli emiliani sembrano studiare nei primi minuti come fare male agli uomini di Iachini. Il primo tiro dalle parti di Ujkani arriva al 9’. Ghezzal riceve palla sulla trequarti e calcia appena entrato in area. Il suo destro, smorzato da Gonzalez, viene bloccato dal portiere kosovaro senza difficoltà.

Intorno al quarto d’ora il Parma, che con una sconfitta sarebbe aritmeticamente in Serie B, decide di alzare il ritmo. Le accelerazioni dei ducali si concentrano in particolare sulla fascia sinistra, dove capitan Gobbi si rende pericoloso con le sue discese. Al 21’ Coda prova a “spaccare” la partita con un potentissimo destro da trenta metri che per poco non batte Ujkani. Il numero 1 rosanero riesce a sfiorare, deviando il pallone sulla traversa.

I padroni di casa passano in vantaggio dal dischetto. Al 22’ Gobbi entra in area dalla sinistra e salta Rispoli, che perde l’equilibrio e stende l’esterno sinistro degli emiliani. Di Bello di Brindisi indica il dischetto. Un minuto dopo il fallo, Ujkani intuisce la traiettoria ma non può arrivare sul perfetto rigore di Nocerino. Il pallone si insacca nell’angolino basso alla destra del numero 1.

Lo svantaggio cambia i piani dei rosanero, che nell’ultimo quarto d’ora attaccano con continuità e costruiscono numerose chance per il pari. Al 36’ Costa si fa rubare palla da Dybala sulla destra, Vazquez riesce a pescare in area Chochev che viene stoppato all’ultimo istante. L’azione continua e il pallone finisce nuovamente sui piedi del “Mudo”, che questa volta smarca Lazaar a tu per tu con Mirante. L’estremo difensore respinge il potente tiro del marocchino.

Nel finale, dopo una girata di Coda fuori misura, il Palermo ha altre due occasioni nitide per l’1-1. Al 39’ è Chochev ad avere una clamorosa palla gol, dopo un altro suggerimento perfetto di Vazquez. Il bulgaro vince il duello con Costa, mette a sedere Mirante dopo essere entrato in area, ma il suo tiro viene stoppato sulla linea da Feddal. Sul corner successivo Dybala serve Vazquez, appostato sulla linea dell’area all’altezza del secondo palo. Il numero 20 conclude splendidamente al volo, ma il sinistro finisce fuori di pochi centimetri.

La ripresa si apre senza grandi emozioni. Il Parma controlla il risultato e prova a tenere i rosanero lontani dalla propria area. Il Palermo prova a scardinare i meccanismi difensivi di Donadoni provando a creare superiorità nell’uno contro uno, in particolare grazie ai dribbling di un ispirato Dybala. I rosanero non trovano però la via per concludere a rete e Iachini decide di alzare ulteriormente il baricentro, inserendo all’11’ Belotti per Bolzoni. I padroni di casa rispondono con gli ingressi di Belfodil per Coda e di Cassani per Varela.

Un cross di Ghezzal, deviato da un rosanero, per poco non sorprende al 19’ Ujkani. Il portiere rosanero viene scavalcato dalla traiettoria, Lazaar salva il risultato anticipando in qualche modo Cassani. Il Palermo risponde due minuti più tardi, andando vicino al pari grazie ad una grande giocata di Vazquez. Il numero 20 si libera con un sombrero di Jorquera e passa a Belotti, che calcia di sinistro. Mirante respinge a mani aperte e mantiene il vantaggio.

Iachini decide di aumentare ulteriormente la spinta al 25’ con l’ingresso di Quaison per Rispoli, schierando da esterno destro lo svedese. E’ però il Parma a sfiorare un minuto più tardi il raddoppio. Splendido il riflesso di Ujkani, che effettua una grande parata su un diagonale al volo di Jorquera. Il portiere kosovaro respinge poi tre minuti più tardi il tiro cross di Belfodil.

Iachini decide negli ultimi minuti di dare spazio anche a Bentivegna, che sostituisce lo stanco Vazuqez. Belotti prova a mettersi a disposizione della squadra con delle sponde per i compagni. Il numero 99 riesce in particolare al 41′ a servire al limite dell’area Dybala, ma sul sinistro dell’argentino è attento Mirante. I padroni di casa rispondono in contropiede, con un diagonale di Belfodil che termina a lato solo di pochi centimetri. Il Palermo spinge nei cinque minuti di recupero, collezionando numerosi angoli e punizioni, ma il risultato non cambia. I rosanero escono sconfitti dal “Tardini” e restano a quota 41 punti in classifica.

Fonte: www.palermocalcio.it